martedì 15 gennaio 2019

LA VITTIMA DEL CYBERBULLISMO: QUALI SONO I CAMPANELLI D’ALLARME?

COME FARE AD ACCORGERTI SE TUO FIGLIO E’ VITTIMA DI CYBERBULLISMO E COSA FARE SE ACCADE

Il cyber bullismo è un fenomeno in continua espansione e la probabilità che i nostri figli ne rimangano vittima è molto alto.
Cosa s’intende per Cyberbullismo?
Il cyberbullismo è definito come un atto aggressivo, intenzionale condotto da un individuo o da un gruppo usando varie forme di contatto elettronico, ripetuto nel tempo, contro una vittima che non può facilmente difendersi. Con contatto elettronico si intende l’utilizzo di Computer, tablet, telefonini, internet (emali, messaggi, chat, blog, forum, social network, piattaforme online di gioco etc..)

Le statistiche dicono che sette adolescenti su dieci vittime di cyber bullismo non chiedono aiuto. Per quale motivo? Ci potrebbero essere tante risposte. Forse credono di non sentirsi capiti, forse credono che nessuno presti loro la giusta attenzione o forse si vergognano. In ogni caso non rivolgendosi al mondo degli adulti e non chiedendo aiuto sono sempre più indifesi.
Allora se la maggior parte degli adolescenti non ne parlano, come facciamo ad accorgerci se sono vittima di cyber bullismo?

ALCUNI SEGNALI PER CAPIRE SE TUO FIGLIO E' UNA VITTIMA DI CYBERBULLISMO

- Cambiamento improvviso del comportamento con gli amici, a scuola o in altri luoghi dove socializzano;
- Sono restii a frequentare luoghi o eventi che coinvolgono altre persone;
- Evitano l’uso di cellulari, computer o l’uso di altra tecnologia per comunicare con gli altri;
- Sono in ansia ogni volta che suona il telefono per un messaggio;
- Mostrano un cambiamento nelle abitudini alimentari, nel sonno. Provano sentimenti di scarsa autostima e umore depresso.

Questi sono i primi segnali che indicano che qualcosa non sta andando nel verso giusto
E’ opportuno sottolineare che non tutto quello che accade online è cyber bullismo, quindi prestare attenzione a quello che succede realmente è importante per agire nel miglior modo possibile.

QUALI POSSONO ESSERE LE CONSEGUENZE A BREVE TERMINE PER UNA VITTIMA DI CYBERBULLISMO?

Successivamente ai primi segnali di disagio è possibile che si verifichino le seguenti condizioni:
- SINTOMI FISICI QUALI MAL DI STOMACO, MAL DI TESTA;
- SINTOMI PSICOLOGICI QUALI DISTURBI DEL SONNO, INCUBI, ANSIA;
- PROBLEMI DI CONCENTRAZIONE E DI APPRENDIMENTO CON CONSEGUENTE CALO DEL RENDIMENTO SCOLASTICO;
- RILUTTANZA AD ANDARE A SCUOLA;
- SVALUTAZIONE DELLA PROPRIA IDENTITA’, AUTOSTIMA.

QUALI POSSONO ESSERE LE CONSEGUENZE A LUNGO TERMINE  PER UNA VITTIMA DI CYBERBULLISMO?

A lungo termine il cyberbullismo può portare la vittima a provare:
- DEPRESSIONE;
- ANSIA;
- FOBIE SOCIALI;
- DISTURBI PSICOSOMATICI;
- DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE;
- ABBANDONO SCOLASTICO;
- PROBLEMI NELL’ADATTAMENTO;
- ISOLAMENTO SOCIALE;
- IDEAZIONE SUICIDARIA

COSA FARE E A CHI RIVOLGERSI SE MIO FIGLIO E’ VITTIMA DI CYBERBULLISMO?

Di seguito alcuni consigli utili:
- Aiutali a farsi aiutare;
- Ascolta tuo figlio, chiedigli cosa puoi fare per lui e condividete come agire;
- Se provocati online, consiglia loro di non reagire allo stesso livello;
- Spiegagli che è importante conservare le tracce di quello che accade online;
- Segnala i contenuti, blocca i contatti e rivolgiti alle Istituzioni.


HAI BISOGNO DI MAGGIORI INFORMAZIONI O VUOI FISSARE UN APPUNTAMENTO?