giovedì 27 giugno 2019

FIBROMIALGIA E PSICOTERAPIA

COME AFFRONATRE LA SINDROME FIBROMIALGICA CON L’AIUTO DELLA PSICOLOGIA

TAGS: Rabbia, Benessere, Depressione, Ansia, Psicoterapia, Stress

La fibromialgia è una forma di dolore muscoloscheletrico e di astenia. Si stratta di una sindrome molto diffusa che colpisce circa 2 milioni di italiani. Viene utilizzata la parola “sindrome” perché si evidenziano sintomi clinici evidenti contemporaneamente presenti e percepiti.

QUALI SONO I SEGNI E SINTOMI DELLA FIBROMIALGIA?

Il dolore è il primo sintomo predominante di chi soffre di sindrome fibromialgica. Viene percepito inizialmente localizzato in un punto del corpo (generalmente si tratta della cervicale e delle spalle) per poi diffondersi in molte altri parti del corpo. Il dolore viene descritto in diversi modi quali sensazione di bruciore, contrattura, tensione e spesso varia di intensità durante l’arco della giornata in relazione anche alle attività che si svolgono o ai momenti di stress e così via, anche se le persone affette da fibriomialgia riferiscono di provare un certo grado di dolore costantemente.

Astenia (affaticamento) - una persona su dieci affetta da sindrome fibromialgica riferisce un certo grado affaticamento. Qualche volta la stanchezza è più presente rispetto al dolore muscolo scheletrico.

Disturbi del sonno - la maggior parte dei pazienti affetti da fibriomialgia riferisce disturbi del sonno; solitamente il paziente al risveglio si sente ancora affaticato come se non avesse dormito affatto.

Tono dell'umore - vengono evidenziati cambiamenti del tono dell’umore o del pensiero. Pare ci sia una certa correlazione tra fibriomialgia e alcune forme di ansia e depressione. E’ Importante comunque ricordare che le persone affette da malattie che compredono disturbi fisici sono più inclini a mostrare stati ansioni o depressivi proprio causati dalla difficoltà di gestione del loro malessere.

Cefalea - specialmente di tipo muscolotensivo, o l’emicrania sono comuni nel paziente fibromialgico.

Altri sintomi caratteristici presenti nella maggior parte dei pazienti:

  • Rigidità mattutina (specie al collo e alle spalle)
  • Colon irritabile (stipsi e/o diarrea)
  • Bruciore a urinare
  • Sensazione di gonfiore alle mani
  • Dolori al torace
  • Perdita di memoria
  • Difficoltà di concentrazione

COSA CAUSA LA FIBROMIALGIA?

La causa principale della fibromialgia non è nota ma si ritiene possano essere coinvolti diversi fattori: biochimici, genetici, neurochimici, ambientali,ormonali, psicologici come per esempio eventi stressanti come una malattia, un lutto familiare, un trauma fisico o psichico. È però improbabile che la sindrome fibromialgica sia provocata da una singola causa. Quali sono i fattori esterni che possono peggiorare i sintomi? Eccoli riportati di seguito:

• stress (eventi stressanti – traumi – lutti)
• affaticamento (per lavoro)
• carenza di sonno
• rumore
• freddo
• umidità
• cambiamenti meteorologici
• periodo pre-mestruale

LA PSICOTERAPIA È UN METODO EFFICACE CONTRO LA FIBROMIALGIA?

Poiché la fibromialgia è spesso associata ad altri disturbi quali depressione, ansia e disturbi correlati allo stress, risulta utile l’utilizzo della psicoterapia associata alle tecniche di rilassamento per ridurre la tensione muscolare e migliorare il tono dell’umore. Il rilassamento corporeo è una delle cure naturali molto efficace e altrettanto sottovalutata dalle persone affette dalla sindrome fibromialgica. Sono tecniche che permettono al paziente di staccarsi momentaneamente dalla frenesia di tutti i giorni, far in modo di rimanere nel qui ed ora e permettere di mettersi in contatto con il proprio corpo. Possono essere apprese dal paziente per poi essere messe in atto durante la giornata in autonomia.


HAI BISOGNO DI MAGGIORI INFORMAZIONI O VUOI FISSARE UN APPUNTAMENTO?